Parrucchiere cinese con lavoratore italiano in nero

By  |  0 Comments

Controlli dell’Arma a Vigonovo e Spinea, multe da 10 mila euro e licenze sospese nel salone cinese dove era assunto un italiano in nero.

Nei giorni scorsi ad essere controllato anche un parrucchiere cinese di Spinea. Anche qui è stato trovato un dipendente che lavorava in nero, in questo caso italiano, visto che oramai, molto spesso, sono gli stessi cinesi che quando aprono un negozio danno da lavorare ai connazionali.
Licenza sospesa al titolare cinese di 30 anni ma il provvedimento è già stato revocato visto che l’attività ha regolarizzato subito il lavoratore e pagato la penale conseguente. Come nel caso precedente, dai controlli sono emerse violazioni in materia di sicurezza: mancanza di certificati, formazione dei lavoratori e tutta quella parte normativa oggi indispensabile per un’attività. Il titolare se l’è cavata con una denuncia alla Procura e diecimila euro di sanzione.
I carabinieri fanno notare che a non regolarizzare i dipendenti sono spesso proprio gli italiani.

E voi che ne pensate?

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *